Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Chiudi

MonFilmFest « Immagina
MonFilmFest
Stai sfogliando tutti gli articoli nella categoria MonFilmFest
0

E riassumendo?

Sabato 21 luglio 2018 si è conclusa la 16° edizione del MonFIlmFest la giuria composta da:

LUCA BARUTTA Coordinatore didattico presso il CFP Bauer di Afol Metropolitana e Videomaker

ENRICA CHICCA BENEDETTO Curatrice d’Arte; Claudia Chicca Architetto

DANIELE BURLO Addetto Risorse Umane Tiger Italia

CHIARA CARDEA Attrice

CLAUDIA CHICCA Architetto

CRISTIANA FERRARI Editor e agente letteraria, titolare dell’agenzia Rottermaier – Servizi Letterari di Torino

ETTORE SCARPA Attore

ha così deliberato:

Vincitore assoluto – Sette Giorni per un Film

Vincenzo Caruso per il film ANCORA PADRE, ANCORA FIGLIO

Per la ricchezza degli elementi narrativi mostrati attraverso il racconto visivo supportati da una  tecnica cinematografica sapiente

Secondo Premio – Sette Giorni per un Film

Giovanni Busnach per il film IL BARBIERE DEL MONFERRATO

Per aver saputo coniugare il “gioco del cinema” ad un racconto ironico nella miglior tradizione della commedia all’italiana

Menzione speciale miglior regia – Sette Giorni per un Film

Giovanni Busnach

Per l’abilità nella direzione di attori non professionisti

Menzione speciale miglior soggetto – Sette Giorni per un Film

Filippo Corbetta

Per la semplicità ed efficacia del soggetto nella traduzione visiva del soggetto

Menzione speciale – Sette Giorni per un Film

Per la ricchezza e la diversità nella scelta delle location, dei costumi e delle scenografia

Per il film IL DIVERSIVO di Giacomo Capra

Premio CASA IMMAGINA

alla troupe di Filippo Corbetta

Che meglio ha interpretato lo spirito del MonFilmFest, dell’essere ospiti e del saper ospitare. Il premio è assegnato dallo staff del MonFilmFest

Premio del pubblico – Sette Giorni per un Film

Giacomo Capra per il film IL DIVERSIVO

PRIMO PREMIO “Vetrina di un film di Ritrovato”

a “Tumarankè” di Trentotto Giovani Migranti DUGONG FILM – REFUTURE

Premio della direzione di “Vetrina di un film di Ritrovato”

Per la “fidelizzazione” al MonFilmFest a Claudio Russo, autore del film SEVERINO

PREMIO DIREZIONE DEL FESTIVAL

per il film “The hate destroyer di Vincenzo Caruso

ATTESTATO DI COLLABORAZIONE

a Chiara Garavelli e Laura Sandron runner e studentesse dell’I.I.S.Leardi di Casale Monferrato

PREMIO COLLABORAZIONE

all’Istituto Istruzione Superiore LEARDI alla Dirigente Nicoletta Berrone e all’insegnante Ilenio Celoria

PREMIO COLLABORAZIONE  per aver messo a disposizione la sua arte della confezione per la realizzazione delle Bambole del MonFilmFest

a Fatima Mohamed, Gift Omoruyi, Aragash Abebe, Magdalene Obukani,

PREMIO COLLABORAZIONE a Arte e Moda Casale Monferrato

PREMIO ACCOGLIENZA E OSPITALITÀ

Roberto Santopietro Presidente del MONGETTO di Vignale Monferrato

Daria Carmi, Assessore alla cultura di Casale Monferrato

PREMIO OSPITALITÀ

Cascina Alberta, Vignale Monferrato

Daniele Barbano Casale Monferrato

Michele Ricossa, Casale Monferrato

Roberto Quirino, Casale Monferrato

Maria Rota e Gabriele Merlo Casale Monferrato

Patrizia Celoria, Cella Monte

Viviana Imarisio, Cella Monte

Emanuele Demaria Sindaco di Conzano

Claudio Saletta Sindaco di Sala Monferrato

MAIN SPONSOR

Il MONGETTO Società Cooperativa

Rekordata

CON IL PATROCINIO DI

Comune di Casale Monferrato

Fondazione CRT

MIUR DGSIP

0

COMUNICATO NR.5

GIOVEDì 20 E VENERDì 21 Luglio, ultime imperdibili proiezioni di Vetrina di un Ritrovato, venerdì alcune vecchie conoscenze del MonFilmFest: 

Il Quarantatreesimo di Giovanni Rubino e Maria Luisa Pani, 4’37”, Italia 2017

Off Line di Emanuela Mascherini 24’, Italia 2016

Questioni di identità di Sandro Carnino,  4’18”, Italia 2017

Leggi il Programma completo

0

Giorno nr.6

Giovedì 20 luglio. Ultimi dettagli, ultime riprese, scelta dei titoli dei corti che ora sono al montaggio. Vi possiamo dare qualche anticipazione sui titoli, sempre che non intervengano ripensamenti dell’ultimo minuto: Linea di fuga per il corto di Alessandro Della Villa e Claudia Campolmi; Red line per i ragazzi Dell’I. I. S. Leardi; Paradiso, per il film di Niccolò Gentili; Il sale nell’acqua per il corto di Susanna Martini e Endless summer (titolo provvisorio) per Paolo CirioDario Leone e Roman Hüben ancora non ci hanno comunicato i titoli dei loro film. Aspettiamo fiduciosi. Si percepisce a pelle la stanchezza delle troupes e la tensione dei registi che devono concludere entro sabato mattina: alle ore 11 del 22 luglio al Salone Tartara, in Piazza Castello, è prevista la prima assoluta dei film per la giuria che dovrà scegliere il vincitore.

0

Giorno nr.5

Mercoledì 19 luglio 2017 Ultimi shooting prima di passare alla fase del montaggio. Sabato mattina alle 11 i film dovranno essere pronti per la prima proiezione destinata della giuria che decreterà i vincitori. Sarà una corsa contro il tempo, come sempre.Oggi pomeriggio un temporale improvviso ha rallentato le ultime riprese e qualche troupe ha dovuto modificare il suo programma, ma tutto procede. Due registi, Niccolò Gentili e Dario Leone sono già alle prese con il montaggio del loro film. Paolo Cirio ha potuto contare sull’aiuto della troupe di Niccolò Gentili, così come richiede lo spirito di collaborazione del MonFilmFest. Dopo le riprese a Montemagno, Piemonte, Italy hanno ripreso a girare in una vigna di Vignale M.To. Vorremmo potervi dare qualche anticipazione sulle trame dei corti, ma nulla riesce a filtrare dall’assoluto riserbo dei registi, imposto anche ai membri delle troupe. Ma è meglio così, no? In fondo a noi piacciono le sorprese!

0

Giorno nr.4

Martedì 18 luglio 2017 I nostri giochi di cinema sono giunti a metà percorso e i film si stanno delineando sempre di più. I ragazzi del’I.I.S Leardi hanno girato al Duomo di Casale Monferrato e alla pasticceria Krumiri Rossi Casale Monferrato, della trama nulla è filtrato, dovremo aspettare sabato, alla proiezione. Niccolò Gentili sotto il sole cocente di Piazza Mazzini ha girato per tutto il giorno un lungo piano sequenza ed è stato intervistato da La Stampa Alessandria. Ci è giunta voce che si sia messo in ginocchio davanti ad un operaio che trapanava lì vicino per chiedergli di fermarsi il tempo necessario per effettuare le riprese. La troupe di Paolo Cirio ha usato la Gypsoteca di Casale come set. Susanna Martini continua le riprese lungo il Po, in una baracca molto suggestiva. Roman Hüben prosegue le scene alla Chiesa di Santa Caterina. Dario Leone ha concluso le riprese e ora ha iniziato il montaggio. Infine Alessandro Della Villa potete ancora incontrarlo a Vignale M.To, che ha eletto come location del suo film. Per capire il clima di collaborazione tra le troupes, che pure sono tra loro “competitors” vi raccontiamo solo questo episodio tra i tanti: due registi si sono scambiati senza problemi alcuni elementi del gruppo che dunque hanno lavorato in entrambi i film, comprendendo appieno al filosofia del MonFilmFest.

0

Giorno nr.3

15°Monfilmfest, Lunedì 17 luglio 2017

Le riprese procedono a ritmo serrato.

La troupe di Paolo Cirio ha girato all’Agriturismo de “Il Mongetto” “Dre castè”, a Vignale Monferrato, con Sara Selimya, attrice che ha partecipato anche alla scorsa edizione del MonFilmFest.

Sempre a Vignale, Dario Leoni, a Ca’ Milano sta girando una scena poliziesca con un’arzilla vecchietta assediata da un maturo tombeur de femmes.

Susanna Martini ha portato sul fiume Po un abitué del MonFilmFest, Fabrizio Scarpa, per una scena in barca.

Chi attraversa Piazza Mazzini a Casale, invece, avrà l’occasione, anche domani, di vedere la troupe di Niccolò Gentili all’opera ai tavolini del Caffè Plaza.

Roman Huber ha iniziato le riprese nella chiesa di santa cartina a Casale.

Naturalmente sulle trame dei corti i registi mantengono il più stretto riserbo, dovremo tutti aspettare fino alla proiezione di sabato 22 luglio.

Ma anche ciascuno di voi può diventare protagonista partecipando al concorso “Il Chiosco” raccontando un momento di vita a Casale Monferrato con un video di massimo 180 secondi e spedendolo il file a: chiosco@immagina.net. Il regolamento lo trovate sul sito: www.immagina.net. Al vincitore andrà un cesto di prodotti del territorio de Il Mongetto.

0

IL CHIOSCO

Un’occasione da non perdere, tutti possono partecipare al MonFilmFest

per saperne di più

0

Giorno nr.2

15 °Monfilmfest – Domenica 16 luglio 2017

Tutte le sette troupes sono al lavoro. Potrebbe capitarvi di incontrarne qualcuna, in diverse località del Monferrato.

Casale, per esempio, è stata scelta dal regista Niccolò Gentili (che ricorderete come attore nella fiction “Di padre in figlia” mandata in onda recentemente dalla RAI) come ambientazione del suo film.

Lunedì 17 luglio la troupe dei ragazzi dell’ I.I. Leardi di Casale Monferato saranno alla Torre civica. Stay tuned!

Chi si trova a Vignale, invece, avrà forse visto due set: Alessandro Della Villa gira a casa di Giovanni Santopietro e Dario Leone a Ca’ Milano.

 
0

Giorno nr.1

15°Monfilmfest, 15 luglio 2017. Le riprese sono iniziate. La troupe di Susanna Martini, autrice del corto Spaghetti Blues prodotto durante l’edizione 2010 del #MFF, sta girando sul fiume Po in una capanna vicino al Circolo del Golf. Alcune scene la vedono affannata attorno ad una Porsche Carrera procurata da Antonio Rey. Le altre sei troupes stanno completando le sceneggiature e cercando le location.

 
0

Giorno nr.0 

La Porta 1-7352#MonFilmFest15  Venerdì 14 luglio 2017

Tutto inizia con la riunione plenaria, novità di questa edizione, convocata per le 18, tra staff e le sette troupes nel Salone Tartara del Mercato Pavia a Casale Monferrato, trasformato nella Cittadella del Cinema per l’occasione.
Per noi è importante condividere lo spirito e la filosofia di questi “giochi di cinema” che da 15 anni propongono a sette registi di realizzare un cortometraggio in soli sette giorni.

Tutti presenti i registi con le loro troupes: Paolo Cirio, Alessandro Della Villa, Nicolo, Roman Hüben, Dario Leone, Susanna Martini e udite, udite gli studenti dell’I.I.S.Leardi di Casale Monferrato Andrea Martinotti, Riccardo Gherzi, Alice Guerini e Michela Zaccone, coordinati dal prof. Ilenio Celoria.

Giuseppe Selva, ideatore e direttore artistico del MonFilmFest, durante l’incontro illustra come si svolgeranno le cose durante questa settimana che si concluderà sabato 22 luglio con la proiezione dei sette corti girati a Casale Monferrato e dintorni e la premiazione del miglior film, decretata da una giuria che si riunirà nella mattinata.

Il quartier generale sarà la Cittadella del cinema, dove le troupes si ritroveranno ogni sera a cena per conoscersi, scambiarsi impressioni ed esperienze, dove troveranno il Bistrot per le colazioni e gli spuntini di mezzogiorno, e dove monteranno i loro film nelle postazioni loro dedicate.

Daria Carmi, assessore alla cultura del Comune di Casale Monferrato, ha illustrato le caratteristiche della città e del territorio, disponibili come location dei film e le modalità per chiedere le autorizzazioni per i set. Per questo nelle cartelle consegnate ai registi, contenenti regolamento e alti materiali utili, sono stati inseriti anche depliants illustrativi di località e itinerari da prendere in considerazione.

Un delizioso apericena offerto da Il Mongetto, sponsor dell’iniziativa, ha concluso l’apertura della 15^ edizione del MFF.

Da ora le riprese possono iniziare. Buon lavoro a tutti!

Sostieni il Monfilmfest!

Twitter

lingua

FESTIVAL PARTNER

Le ultime notizie

Newsletter

Dicono di noi

  • ~ Adriano Valerio, regista

    "C’è una cosa che manca da queste parti (ndr. Francia), e quando ne parlo sono gli amici registi francesi che mi ascoltano invidiosi. L’idea di un festival che ti permette di fare un film in una settimana. Di essere ospiti insieme ad altri registi a lavorare sodo per vedere i propri sforzi e le proprie visioni proiettate su uno schermo pochi giorni dopo l’inizio delle riprese"

  • Leggi altre testimonianze »