Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Chiudi

Comunicato stampa 3 – 13° MonFilmFest « Immagina
Sala Stampa
0

Secondo giorno di riprese al MonFilmFest

Il meteo non dà tregua per ora, alle riprese delle sette troupe in gara per la sezione SETTE GIORNI PER UN FILM, ma nonostante il cielo grigio e la pioggia, tutto procede al meglio.

Federico Agnello (Laborafilm) sta girando al Parco del Valentino ed è sulle tracce di un fucile antico e di un’anatra, che serviranno domani. Alessandro Di Gregorio, per una scena in interno, è stato alle prese con del sangue finto, mentre Nicola Piovesan ha messo a soqquadro la cucina di un bar di Casalborgone. Pietro Pinto ha deciso di utilizzare una gru per le riprese notturne di stasera; Max Lindon, invece, si è addentrato con la sua troupe in un bosco.

Che storie ci racconteranno questi corti? Saranno commedie o drammi, fiction tradizionali o documentari oppure docufiction? Ma per ora il mistero è sempre più fitto. Sarà difficile strappare agli autori invitati al MonFilmFest qualche anticipazione. Dovremo tutti pazientare fino a sabato prossimo.

Per la sezione VETRINA DI UN FILM DI FINE ESTATE vi aspettiamo al Cinema “San Carlo” di Casalborgone (Piazza Bruna), giovedì 27 agosto, alle ore 18.

Comunicato formato PDF

FOTO

Commenta

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Sostieni il Monfilmfest!

Twitter

lingua

FESTIVAL PARTNER

Le ultime notizie

Newsletter

Dicono di noi

  • ~ Elisabetta Bernardini, regista

    "Alla base del MonFilmFest c’è un’idea geniale e coraggiosa: dimostrare con i fatti che si puo’ creare e realizzare del cinema bello o dignitoso anche senza l’utilizzo di tutti i mezzi necessari"

  • Leggi altre testimonianze »