Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Chiudi

Edizione 2011 « Immagina

Edizione 2011

Edizione 2011

SABATO 3 SETTEMBRE 2011
Nella consueta cornice del cine teatro San Carlo di Casalborgone, di fronte alla sala gremita, dopo che il direttore Giuseppe Selva ha chiesto un lungo applauso per il regista, e giurato della prima edizione del Monfilmfest, Mario Mariani, scomparso il 31 agosto, la parola è passata a Salvatore Pes, voce storica dell’indimenticabile RADIO TORINO POPOLARE, ma anche del Monfilmfest.

Dopo la presentazione della giuria sono stati assegnati i premi.
La giuria (composta da Fabio Battistetti, musicista; Stefano Brugnolo, docente di teoria della letteratura all’Università di Pisa; Rossella Cena, spettatrice; Catherine Chanoux, scenografa; Alda Finotti, insegnante; Angelo Morelli, fotografo; Umberto Parton, clarinettista; Giulio Stambrini, regista) ha così deliberato:

1º PREMIO SETTE GIORNI PER UN FILM
RABBIT HOLE, di Fabrizio Polpettini
Per l’originalità del soggetto, ironico e fantastico, sviluppato con leggerezze e coerenza, e la freschezza della recitazione. Si è apprezzata la sceneggiatura ben calibrata sui tempi dati e sui mezzi a disposizione.

2º PREMIO SETTE GIORNI PER UN FILM
SE SON ROSE di Riccardo Banfi
Tecnicamente ben riuscito, curato nei dettagli e nella scelta dei luoghi. Si apprezza la delicatezza della storia recitata con misura.

PREMIO MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA SETTE GIORNI PER UN FILM
ROXANNE DURAN, per la recitazione contenuta, ma efficace nel rendere lo stupore suscitato dalla situazioni narrate nel film RABBIT HOLE di Fabrizio Polpettini

PREMIO MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA SETTE GIORNI PER UN FILM
ETTORE SCARPA, per la naturalezza dimostrata nel interpretare un personaggio goffo, ma mai caricaturale nel film SE SON ROSE di Riccardo Banfi

PREMIO MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA SETTE GIORNI PER UN FILM
ELENA VIVACE, per l’intensità della sua interpretazione nel film ROAD’N’ROLL di Renato Giugliano

PREMIO MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA SETTE GIORNI PER UN FILM
FABRIZIO SCARPA, per aver saputo interpretare con pochi tratti il suo personaggio nel film ROAD’N’ROLL di Renato Giugliano

MIGLIOR SCENOGRAFIA
CARMELA DI TOMASO, per il film SE SON ROSE di Riccardo Banfi, per la cura nella scelta dei luoghi e dei dettagli degli interni

PREMIO DEL PUBBLICO SETTE GIORNI PER UN FILM
Durante tutta la giornata del 3 settembre, dalle ore 11 – ora di consegna dei film realizzati in sette giorni dai registi invitati – il pubblico ha potuto dire la sua attraverso la sua scheda di voto. È un premio simbolico, ma che la direzione del festival ha istituito sin dalla sua prima edizione per scoprire l’indice di gradimento del pubblico. Questi i risultati:

  • PRIMO: “Se son rose” di Riccardo Banfi (media 4,4/5)
  • SECONDO: “Rabbit hole” di Fabrizio Polpettini (media 4/5)
  • TERZO: “A better man” di Giulio Ortolani (media 2,6/5)

Infine il PREMIO YARI – VETRINA DI UN FILM DI FINE ESTATE, decretato per voto del pubblico, che assegna 300€ al vincitore MATTEO ROMAGNOLI, regista del film “IL MALI MIGLIORE”.

ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ANNO PER L’EDIZIONE DEL DECENNALE CHE AVRA’ LUOGO DAL 25 AGOSTO AL 1 SETTEMBRE 2012

 


Sostieni il Monfilmfest!

Twitter

lingua

FESTIVAL PARTNER

Le ultime notizie

Newsletter

Dicono di noi

  • ~ Susanna Martini, attrice e regista

    "Il progetto, che sia il tuo, o quello di un altro, é, prima di tutto, una unione di esseri e di storie. La collaborazione, lo scambio, la solidarietà, l’amore per la poesia, l’amicizia, sono ciò di cui il monfilmfest é fatto"

  • Leggi altre testimonianze »