Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Chiudi

Edizione 2013 « Immagina

Edizione 2013

I PREMIATI DELLA 11° EDIZIONE

La sezione SETTE GIORNI PER UN FILM ha visto in gara per la realizzazione di un cortometraggio le troupe di Tommaso Donati (Svizzera), Dalija Dozet (Croazia), Pierre Edouard Dumora (Francia), Mary Griggion (Italia), Camille Polet (Francia) e Matteo Stocco (Italia). La giuria composta da Antonella Caramellino, assessore cultura di Casalborgone, Riccardo Banfi, regista, Giancarlo Biginelli, avvocato,Umberto Morelli, docente universitario, Ivano Lepscky, consulente del lavoro, Aldo Rendina, attore,Roberto Santopietro, presidente della cooperativa Il Mongetto, ha assegnato i seguenti premi e menzioni:

PRIMO PREMIO a “On n’attend plus les martiens” di Camille Polet.
Motivazione: Per aver saputo rappresentare con freschezza, spontaneità e delicatezza il passaggio tra infanzia e maturità.

SECONDO PREMIO a “Forks and spoons” di Dalija Dozet.
Motivazione: Per l’originalità e per la capacità degli attori di interpretare con ironia un tema antico ma sempre attuale come l’amore.

MENZIONE SPECIALE PER IL MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA a Pierre Desprats nel film “On n’attend plus les martiens” di Camille Polet.
Motivazione: Per la naturalezza e l’energia della sua interpretazione, grazie ad una fisicità che si impone senza prepotenza.

MENZIONE SPECIALE PER IL MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA a Tonino De Bernardi nel film “Le reve d’Europe” di Pierre Edouard Dumora.
Motivazione: per il suo innocente entusiasmo, che riesce a trasmettere in una figura di nonno priva di retorica.

MENZIONE SPECIALE PER LA FOTOGRAFIA a Valentina Provini per il film “Casa di legna” diTommaso Donati.
Motivazione: Per gli “affreschi” di vita contadina che ha saputo regalarci.

MENZIONE SPECIALE PER LE MUSICHE a Luca Ferraris e Valentin Iaia, per il film “Fa Diesis” diMary Griggion, sapiente filo conduttore della storia narrata.

MENZIONE SPECIALE ad Adelina Cappone nel film “Casa di legna” di Tommaso Donati, per la sua silenziosa ma intensa rappresentazione della dura vita contadina.

MENZIONE SPECIALE alla Filarmonica di Casalborgone nel film “Limbo” di Matteo Stocco, come gioiosa partecipazione della cittadinanza alla vita collettiva.

Il PREMIO CASA IMMAGINA, assegnato dallo staff del Monfilmfest alla troupe che meglio ha saputo interpretare lo spirito del festival, è andato alla troupe guidata dal regista MATTEO STOCCO.

Il PREMIO DEL PUBBLICO di Sette giorni per un film è andato a “On n’attend plus les martiens” di Camille Polet.

Per la sezione VETRINA DI UN FILM DI FINE ESTATE il premio è stato assegnato dal voto del pubblico in sala ed è andato a “Dreaming apecar”, di Dario Samuele Leone.

Il PREMIO SPECIALE DELLA DIREZIONE DEL FESTIVAL è andato al film “Il sesto comandamento”, di Francine Munyana (Burundi).

Sostieni il Monfilmfest!

Twitter

lingua

FESTIVAL PARTNER

Le ultime notizie

Newsletter

Dicono di noi

  • ~ Giovanni Rubino, artista e regista

    "Il MonFilmFest è attualmente fra le più stimolanti rassegne in Italia e in Europa e lo posso confermare avendo partecipato a concorsi a Berlino e a Lisbona"

  • Leggi altre testimonianze »