Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Chiudi

Edizione 2014 « Immagina

Edizione 2014

I PREMIATI DELLA 12° EDIZIONE

Il 30 agosto 2014 si è conclusa la 12°edizione del Monfilmfest Sette autori per sette giorni e i film realizzati:

  • nopinatum (l’imprevedibile) di Paolo Guliani
  • Alller voir ailleurs du Lucie Plumet
  • Luna nuova di Riccardo Banfi e Marco Castelli
  • Vrlo katki izlet (Gita molto breve) di Igor Bezinović
  • La sete di Micol Maria Rosso
  • Anais di Mavi Phillips
  • Adriano Valerio, menzione speciale a Cannes, Nastro d’argento ai David di Donatello con 37/4s, ha realizzato, fuori concorso, in coautorato con Eva Jospin “Agosto” il suo nuovo cortometraggio coprodotto con il MONFILMFEST

La Giuria composta da:

  • Carla Boccignone, insegnante di yoga
  • Mario Borio, artigiano
  • Sandro Carnino, regista
  • Franco Ferrari, Sindaco di Vignale, direttore di teatro
  • Silvia Lanfranco, designer
  • Rosanna Sigalini, artigiana, rappresentante del Mongetto
  • Alessandro Tosatto, fotografo dell’agenzia Contrasto oggi regista
  • Davide Vessio, scultore

Ha così deliberato

1° premio

sette giorni per un film

VRLO KRATKI IZLET (Gita molto breve)

di IGOR BEZINOVIĆ

Si è apprezzato l’equilibrio fra durata e mantenimento della tensione narrativa.

Ben sviluppato la svolgimento della metafora sul percorso di vita e di relazione.

2° premio

sette giorni per un film

LA SETE

di MICOL MARIA ROSSO (Epidemic)

Per l’abilità nella resa di una tematica forte e sempre attuale.

Apprezzabile inoltre la scelta delle inquadrature.

 Comunicato stampa e risultati voto del pubblico

Sostieni il Monfilmfest!

Twitter

lingua

FESTIVAL PARTNER

Le ultime notizie

Newsletter

Dicono di noi

  • ~ Elisabetta Bernardini, regista

    "Alla base del MonFilmFest c’è un’idea geniale e coraggiosa: dimostrare con i fatti che si puo’ creare e realizzare del cinema bello o dignitoso anche senza l’utilizzo di tutti i mezzi necessari"

  • Leggi altre testimonianze »